Arriva Claris Studio

Da Claris è in arrivo una nuova versione della piattaforma Claris, che includerà Claris Studio, un software basato sul web che “parla” con FileMaker.

La caratteristica più eclatante di Claris Studio è la possibilità di creare in modo facilitato dei moduli web per raccogliere dei dati ed integrarli nel database FileMaker. Da qui in poi, tuttavia, non si chiamerà più database FileMaker ma database Claris Pro. Vediamo perché.

Per la complessità dei cambiamenti tecnologici Claris continua a supportare e aggiornare sia il software Claris FileMaker sia la nuova versione Claris Pro. Ci sono dunque due piattaforme Claris che – per chiarezza – da ora in poi avranno due nomi diversi: da una parte la nota piattaforma FileMaker, dall’altra la nuova piattaforma Claris. Gli utenti FileMaker continueranno ad essere supportati e ricevere gli aggiornamenti per anni a venire. Tuttavia, per chi chiede qualcosa in più, ecco la possibilità di migrare dati ed applicazioni alla nuova piattaforma Claris.

Sto testando in anteprima, come Partner di Claris, la nuova piattaforma Claris e con questo articolo inizio a raccontare cosa sta succedendo e quali sono i vantaggi per imprese, professionisti e reti di impresa che utilizzano da sempre FileMaker e per chi si sta informando prima di adottare la tecnologia Claris.

La prima informazione da memorizzare è che la piattaforma Claris ha diversi componenti:

Claris Studio è un software accessibile solo via internet che consente – tra le altre funzioni – di creare dei moduli web molto facilmente. I dati che gli utenti compilano in questo modo possono essere gestiti, manipolati e condivisi direttamente in Claris Studio oppure – e qui è la novità importante – utilizzati direttamente in Claris Pro (che è appunto la nuova versione di FileMaker).

Un semplice modulo di registrazione pronto da pubblicare sul web, realizzato con Claris Studio

Nella funzione Viste di Claris Studio è possibile ad esempio creare dei moduli di registrazione da pubblicare sul web. La procedura è molto veloce e si conclude in pochi minuti. Il modulo nell’immagine qui sopra è ad esempio raggiungibile con questo link.

Ancora nella funzione Viste di Claris Studio è possibile manipolare la tabella che raccoglie i dati dal modulo appena creato. Fino a questo punto si potrebbe dire che non c’è molto di nuovo rispetto ad altri software web. In realtà la novità sta sotto il cofano ed è la possibilità di gestire i dati di Claris Studio anche tramite Claris Pro, collegandoli o trasferendoli ai database esistenti e già operativi perché creati con FileMaker. Mostrerò questa funzione in un prossimo articolo.

In breve: continui ad utilizzare le tue applicazioni FileMaker e in più, se hai la necessità di importare dati dall’esterno, crei semplicemente un modulo web con Claris Studio e lasci che sia l’utente a caricare i suoi dati, che otterrai pronti e tabellati in FileMaker senza aver fatto nulla. Da notare che l’utente che compila i dati in Claris Studio non ha la necessità di accedere al database FileMaker.

Se vuoi saperne di più prenota una dimostrazione di Claris Studio e della nuova piattaforma Claris.